REGGIA DI CASERTA, ESCURSIONE DA VICO EQUENSE

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Reggia di Caserta. Tutto ciò che devi sapere

La Reggia di Caserta è sicuramente una delle residenze italiane più conosciute al mondo, grazie anche alla sua lunga e incredibile storia. Essa si trova una posizione strategica, non troppo distante da Napoli ma in un luogo decisamente più tranquillo, come fortemente voluto nell’epoca in cui è stato progettato.

Può essere considerata come uno dei più grandi palazzi reali al mondo, sebbene oggi non rivesta più alcun ruolo istituzionale. Resta comunque un posto dal grande fascino, in cui si sono svolti tantissimi avvenimenti storici e che oltre ciò conserva una pregevolissima valenza artistica, architettonica e naturale, anche grazie al suo rigoglioso e immenso parco.

Il grande capolavoro architettonico di Luigi Vanvitelli è una grande armonia di stanze, corridoi, saloni e cortili disposti in maniera geometrica, un vero e proprio gioiello della composizione.

Parliamo appunto di un’opera dal valore intellettuale inestimabile ma che lo stesso architetto non vide mai del tutto completa. Gigantesca, monumentale e mastodontica, è da considerare come l’opera che chiude la grande stagione del Barocco Italiano (è già visibile la grande influenza neoclassica) e che fu completata nel 1845.

 

La Reggia di Caserta, un architettura davvero eccezionale

Il palazzo alto quasi quaranta metri e lungo oltre i duecento si articola intorno a quattro grossi cortili interni (che superano i 3.000 mq ciascuno) e quasi si perde in un immenso parco finemente decorato con statue, fontane e piante esotiche.

Una volta all’interno di questo capolavoro è possibile soffermarsi su alcune pregevolezze architettoniche come il cosiddetto “cannocchiale“. Uno spazio in cui il proprio punto di vista si perde all’orizzonte attraverso i corridoi perpendicolari e i diversi “vestiboli“ ottagonali; si ha l’impressione che ogni cosa sia più vicina grazie ai bellissimi tagli prospettici. Proprio questi ambienti, che consistono in una specie di disimpegni tra interno ed esterno, abbracciano il visitatore dividendo armonicamente lo spazio.

Altra grande attrazione dell’edificio, sorge imponente al centro del piano terra, da cui si accede: si tratta del monumentale <<scalone reale>>. Tale elemento è tipico dell’architettura tardo barocca e qui è decorato con statue di leoni ad opera di Paolo Persico e Pietro Solari, mentre sul soffitto svetta trionfante un bellissimo affresco di Girolamo-Starace Franchis: Le quattro stagioni e la reggia di Apollo.

Una volta saliti su per queste scale straordinarie si accede appunto al vestibolo principale, di forma ottagonale. Questo è un altro grande punto perfettamente studiato dall’architetto per avere una visione ottimale di tutto, ed è anche il posto dell’edificio in cui tutta la luce si raccoglie alla perfezione. Da qui in poi è possibile raggiungere gli appartamenti storici che hanno sia una valenza di collezione museale di tipo artistico che prettamente storico, rappresentando appartamenti e stanze che hanno ospitato le corti del Regno di Napoli e delle Due Sicilie. Molto interessante anche la cappella palatina che è sicuramente indicatore di quelli che erano i valori cristiani per la dinastia borbonica. Oltre ciò la Reggia di Caserta negli anni si è aperta in maniera clamorosa a tutto ciò che è la vita moderna ospitando mostre di grandi artisti, collezioni d’arte contemporanea come Terrae Motus di Lucio Amelio e diventando anche set per film iconici come Star Wars.

Stiamo parlando appunto di un luogo da non dare per scontato e che è sempre pronto a nuove sorprese.

 

 

Come raggiungere la Reggia di Caserta da Vico Equense

La Reggia di Caserta è facilmente raggiungibile attraverso collegamenti via treno: essa infatti si trova in prossimità della stazione ferroviaria “Caserta”. Quest’ultima gestita dalle ferrovia dello stato è raggiungibile facilmente da Napoli in poco più di 30’.

Per chi intende spostarsi direttamente da Vico Equense e della penisola sorrentina è consigliabile raggiungere l’omonima stazione EAV per arrivare a quella di Napoli P.zza Garibaldi (corrispondenza/interscambio di Napoli Centrale). Il viaggio dura circa 55’ e i treni sono previsti ogni 30’ circa.   

Altri collegamenti possibili (a prezzi più alti) sono via taxi, NCC o auto private in circa un’ora di viaggio, tramite autostrada in condizioni di traffico non troppo alte.

Servizio

Comune di Vico Equense - Ufficio Turismo e Cultura

sede legale Corso Filangieri, 98
Tel.: +39 081/8019100
sede operativa Viale Rimembranza, 1
Tel.: +39 081/8019500
Cod. Fiscale: 82007510637
Part. IVA: 01548611217
80069 Vico Equense (NA) 

Official site of Vico Equense - ©2022 Tourism & Culture department. All Rights Reserved

Search

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.