Notizie

Torna Festa a Vico, la kermesse enogastronomica ideata da Gennaro Esposito

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Ritorna dal 4 al 7 giugno Festa a Vico, uno degli appuntamenti più attesi dell’enogastronomia italiana. L’evento, nato nel 2003 da un’idea dello chef Gennaro Esposito, ogni anno segue un tema specifico senza mai perdere il suo spirito goliardico e informale. Quello di questa edizione è tutto racchiuso nel titolo “Non siamo di un altro mondo”. Il messaggio di quest’anno è diretto a tutti quei giovani che iniziano il loro percorso nel campo della cucina. La formula magica di Festa a Vico è “Fare bene il proprio mestiere”, senza risparmiarsi, e senza pensare a scorciatoie. Per qualche giorno avremo l’onore di avere i più importanti chef d’Italia nella nostra Città e ci arricchiremo della loro creatività.

Si parte con la Repubblica del Cibo, la festa di piazza dedicata ai cuochi emergenti, con oltre 130 giovani chef che, domenica 4 giugno dalle 18 in poi, animeranno le vie del centro, in location insolite come le boutique, i fiorai, le botteghe di artigianato, le edicole del borgo. Lunedì 5 giugno invece si terrà la cena di beneficenza, realizzata da più di 20 chef per 200 commensali. Nomi del calibro di Chicco Cerea, Nino Di Costanzo, Salvatore Elefante, Valentino Marcattilii, Giancarlo Perbellini, Valeria Piccini, Fabio Pisani e Alessandro Negrini, Emanuele Scarello, Francesco Sposito, Mauro Uliassi e, naturalmente, il padrone di casa Gennaro Esposito, mentre il dessert a buffet sarà realizzato a cura dall’Accademia Maestri Pasticceri Italiani. Infine, martedì 7 giugno sarà ancora una volta “La notte delle stelle”, con piatti di oltre 100 chef stellati, la pizza dei maestri pizzaioli – fra cui le creazioni di Pizzeria Da Michele I Condurro, 50 Kalò di Ciro Salvo, Pizzeria Salvo Francesco&Salvatore, Gino Sorbillo, Franco Pepe di Pepe in Grani – e lo street food. A chiusura della serata e del festival, le performance dolci di oltre 20 chef pasticceri tra i migliori della ristorazione italiana. L’offerta minima è di 20 € che saranno destinati interamente alle associazioni e permette di assaggiare 5 piatti oltre ad avere diritto a una bottiglia d’acqua e un caffè oppure di assaggiare 4 piatti, degustare un calice di vino e avere diritto a una bottiglia d’acqua e un caffè. Per chi volesse partecipare alla cena di beneficenza, invece, la donazione minima è di 250 euro: è necessario però prenotare, dato i posti limitati. Oppure si può optare per la terza serata, con un’offerta di 120 euro, che saranno destinati sempre alle Onlus partecipanti.

A.A.C.S.T.

Azienda Autonoma Cura Soggiorno e Turismo Vico Equense
Via Filangieri 100
80069 Vico Equense (ITALIA)
Tel./ Fax: 081.8015752
Cod. Univoco ufficio: UFU9DG
Cod. Fiscale: 82007170630 

©2018 Azienda Autonoma Cura Soggiorno e Turismo Vico Equense. All Rights Reserved.

Search

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.